L’industria delle frontiere: fondi europei ai colossi della difesa per bloccare i migranti

Michele Sasso, L'Espresso, 22/11/2016 - La sicurezza dei confini è un florido business che crescerà fino a 50 miliardi di euro nel 2022. Protagoniste le aziende del settore militare che forniscono tecnologia e attrezzature all’Unione europea per alzare muri e respingere i rifugiati. E nel bilancio 2017 sono pronti 300 milioni di euro per trasformare l’agenzia Frontex. [...]
 
Il ricercatore Mark Akkerman della ong olandese Stopwapenhandel, che  ha curato il dossier “Borders Wars” , 
la chiama “industria delle frontiere”.  Un’industria liquida ma pervasiva che tocca le reti che sfruttano i migranti, i governi, le imprese private che partecipano al controllo delle migrazioni. [...]